WELFARE PROGRAM

Il benessere dei nostri dipendenti, prima di tutto.

È prima di tutto lo stile di comportamento che ci guida fin dal primo giorno di Iccom.

È un laboratorio aperto per individuare misure concrete mirate a migliorare la qualità di vita all’interno dell’azienda e fuori: telelavoro, rotazione dei ruoli, meccanismo di sostituzione, approccio nei confronti di un’attività usurante.
Il Welfare Program mira a valorizzare il bene più prezioso nella relazione vita privata-lavoro: il tempo.
Il Welfare Program significa rispetto del lavoratore, anche e soprattutto quando è esterno ad Iccom.
Il Welfare Program mira a valorizzare il bene più prezioso nella relazione vita privata-lavoro: il tempo.
Il Welfare Program significa rispetto del lavoratore, anche e soprattutto quando è esterno ad Iccom.

DAL NOSTRO CODICE ETICO

“Tutti i lavoratori di Iccom rifiutano categoricamente ogni forma di razzismo o esclusione.

Il buonsenso ed il rispetto della dimensione umana tra colleghi sono le linee guida dei nostri rapporti lavorativi ed adottiamo da sempre tutte le misure necessarie in tema di tutela e sostegno dei lavoratori anche nella sfera personale.
Ora a tutto ciò abbiamo dato il nome di Iccom Welfare Program, che mira a ridurre lo stress lavorativo, favorendo la rotazione dei ruoli ed a sostenere i lavoratori nella loro vita quotidiana tramite aiuti economici per il pagamento di servizi quali asilo o assistenza anziani.

Iccom non utilizza formule contrattuali che possano ledere i diritti dei lavoratori, perché il fine ultimo del rapporto di lavoro è la piena soddisfazione della persona.

Decidiamo, valutiamo, programmiamo tutti assieme, rispettando e valorizzando le opinioni di tutti, perché la scelta giusta viene dal confronto.

Iccom non ha mai pagato un singolo minuto di lavoro, una fornitura e non ha mai incassato un centesimo in nero e mai lo farà, nella convinzione che le leggi che regolano le attività economiche, anche quando rivedibili, costituiscano la base per un’attività onesta e ad armi pari con la concorrenza ed una garanzia per i lavoratori.”